• domenica 18 novembre 2018

Resistenze: a Cosenza si festeggia

Carmen Baffi
Carmen Baffi
aprile19/ 2018

Cosenza resiste. E dal 21 al 26 aprile festeggia per il secondo anno consecutivo.
La Festa delle Resistenze è un evento autofinanziato, con un chiaro messaggio da mandare: si può vivere in un modo diverso, migliore di quello passato e forse anche di quello attuale. Cinque giorni di incontri, musica e racconti di lotta per onorare la storia italiana e ricordare la Liberazione del Paese dal nazifascismo.  

Sabato 21, alle ore 17 e 30 ci sarà la conferenza stampa all’Hotel Centrale Occupato per presentare l’iniziativa e il programma, ma nulla di noioso, perché subito dopo il Teatro dell’Acquario aprirà i sipari per “Sangue dal naso”, lo spettacolo di e con Andrea Maurizi. Un monologo che racconta le tragiche giornate del G8 di Genova del 2001. Diversi personaggi, semplici pupazzi di pezza, ai quali Maurizi darà voce, mettendo a confronto i punti di vista dei protagonisti di quei momenti e di chi, invece, ne ha solo sentito parlare. L’obiettivo sarà portare gli spettatori alla riflessione. Una riflessione critica che invogli alla ricerca della verità sul detto e non detto riguardo a una vicenda che ha segnato la storia dell’Italia.
L’autore e attore si è ispirato al libro di Carlo Gubitosa “Genova nome per nome” e a un brano di Andrea Camilleri, con cui darà il via al suo spettacolo.  

Lunedì 23, alle 18 e 30, inizio ufficiale della Festa a Piazza XI Settembre con una lezione all’aperto di Claudio Dionesalvi sulle resistenze di oggi.

Martedì 24, alle 17 e 30 partirà da Largo dei Partigiani la passeggiata antifascista, durante la quale Ernesto Orrico, attore cosentino, interpreterà “Muratore antifascista”, una ballata su Paolo Cappello, operaio socialista cosentino, ucciso mentre tornava a casa dai colpi di rivoltella sparati da un gruppo di fascisti sul ponte di San Francesco la sera del 14 settembre 1924.
Per cena niente impegni: tutti all’ Otra Vez Fair Cafè a gustare la tradizionale pastasciutta antifascista, in onore di Mamma Cervi. Genoeffa Cecconi, una donna, mamma di nove fratelli, esempio di forza, coraggio e partecipazione all’antifascismo e alla Resistenza italiana.

Nella grande giornata di mercoledì 25, invece, si parte dalla mattina.
Alle ore 10, al Parco Piero Romeo, ci sarà un incontro per le famiglie e i più piccini.
Dopo il pranzo antifascista e la staffetta letteraria alla Libreria Ubik nel primo pomeriggio, sarà la volta di “Suoni e parole dal mondo con il sostegno della comunità curda” all’Occupazione di Via Savoia. Mentre per chi ama spostarsi, la Festa alle 18 arriverà fino alla Casa della Musica di Lungro, dove Matteo Dalena presenterà il suo libro “Puttane antifasciste nelle carte di polizia”.

Bis della presentazione giovedì 26 alla Libreria Mondadori di Paola.

Manca soltanto un giorno, restistete ancora un po’.

Carmen Baffi
Carmen Baffi

Ho 20 anni, sono un'appassionata di lettura e scrittura, una sognatrice in erba e contemporaneamente una pessimista cronica. Scriveva Leopardi: “Sono convinto che anche nell'ultimo istante della nostra vita abbiamo la possibilità di cambiare il nostro destino.” Poi peccato che è morto.

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>