• venerdì 17 novembre 2017

Povero Gigio, pensare fa male

Francesco Veltri
Francesco Veltri
giugno16/ 2017

gigio donnarumma

Ma ti rendi conto che ha fatto Gigio Donnarumma? Ha rifiutato un contratto di quasi cinque milioni all’anno con il Milan. Cioè, con il Milan, mica col Bassano del Grappa Football club. A 18 anni puoi fare scelte così? Ma chi ti credi di essere, Buffon? Ma no, secondo me ha fatto bene, avrà già un accordo con il Real Madrid per il doppio. Si è sistemato e ha sistemato per sempre la sua famiglia. Che poi a che servono queste bandiere? Vedi Totti, è rimasto a Roma tutta la vita e che ha vinto? Sì, ma adesso il ragazzino deve restare in panchina fino alla fine del campionato, e se lo fanno giocare giuro che faccio una guerra. E che fai? Sicuramente lo scrivo su Facebook, poi vedo. No, anzi, bisognerebbe proprio spezzargli le dita delle mani, o un braccio come a quello di Fuga per la vittoria. Te lo ricordi? Sì, Rocky. Comunque, dai, Mino Raiola è troppo furbo. No, per me è un uomo squallido, una serpe. Pensa solo ai propri guadagni. Ti ricordi quanto ha guadagnato con la vendita di Paul Pogba? E’ un cafone. Vedrai che alla prima difficoltà abbandonerà anche Donnarumma. Vedrai che Donnarumma si perderà. Col Milan poteva diventare come Gigi Buffon. Sì, ma va via dal Milan per andare al Real Madrid, mica alla Virtus Cerignola. Stiamo parlando del club più vincente di sempre. E poi lui è di Castellammare, mica di Milano. A 18 anni può diventare bandiera di qualcos’altro. Ho capito, ma un po’ di riconoscenza nei confronti del Milan, no? Lo ha fatto esordire a 16 anni, lo ha fatto diventare Donnarumma. Perché, prima del Milan come si chiamava? Non lo so, penso sempre Donnarumma. Però che tamarro Raiola. Non ha voluto nemmeno incontrare Max Mirabelli. Hai ragione, non c’ho dormito stanotte per questa mancanza di rispetto. Forse bisognerebbe aspettare di sentire anche l’altra campana, ho letto su Internet che il ragazzo sta male, che gli dispiace tanto. E allora perché non cambia idea? Perché Raiola non vuole. E perché non lascia Raiola? Perché non vuole. Lo vede come un papà, come un fratello, come uno zio. Insomma, uno che pensa al posto suo. Lui deve giocare l’Europeo, senza avere pensieri. Già, i pensieri. Pensare fa male. Mi pare che lo ha detto Buffon. O Voltaire. Chi? Buffon! No, l’altro. Voltaire! E chi è? Un portiere. Non lo conosco. Sarà del passato…Comunque è colpa della Juve. Che ha fatto mo la Juve? Ha convinto Donnarumma ad andare al Real. Dici? Non ci avevo pensato. Neanche io, mi è venuta mo questa idea. E perché lo avrebbe fatto? Perché ha perso la Champions. Forse hai ragione…(sbadiglio)…(altro sbadiglio). Dimmi una cosa, ma poi a Totò Riina lo hanno scarcerato? Mi pare di sì, l’ho letto su Internet. E ora è a casa sua? Sì. Vedrai che farà un nuovo attentato contro i giudici. E chi sono i giudici di adesso? Di Pietro per esempio. Hai ragione, non ci avevo pensato. Senti a me, meglio non pensarci. Pensare fa male. Vero…(sbadiglio)…chi è che lo ha detto? Mino Raiola mi sembra. Appunto.

Francesco Veltri
Francesco Veltri

Guaribile romantico del giornalismo calabrese. Scrive per non dimenticare e si ostina a osservare l'inosservabile. Ha lavorato con alterne sfortune nelle redazioni della Provincia cosentina, di Cosenza Sport, di Calabria Ora e dell’Ora della Calabria, che poi sono la stessa cosa ma a quel tempo non si poteva dire.

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>