• sabato 4 Dicembre 2021

LA VOCE 16 | Cecilia Cesario: «Non ci danno il Rendano, andiamo a New York»

Carmen Baffi
Carmen Baffi
Aprile13/ 2016

A Cosenza non riesce a farli esibire, così ha deciso di mandarli a New York. “Mesi fa mi avevano promesso il Teatro Rendano, ma alla fine m’è stato negato. Non per questo ci arrendiamo”, parola di Cecilia Cesario, madrina de La Voce Produzione, che insieme al cantautore romano Max De Angelis ha scelto fra 50 ragazzi, provenienti da varie parti d’Italia, per trovare quelli che saliranno sul palco della finale della IX Edizione del “Concorso Canoro Interpreti Musica Leggera Italiana”, che si terrà il 27 Maggio al cineteatro Garden di Rende. La serata finale sarà presentata dall’immancabile Pier Roberto Pascuzzo, accompagnato sul palco da due bellezze calabresi, ancora tenute segrete. I finalisti, suoneranno con un’orchestra dal vivo e duetteranno con 8 big della musica italiana.

Il nostro è un concorso formativo per l’artista, uno stimolo alla preparazione e allo studio di ogni brano proposto. Una sfida nel trovare l’escamotage più adatto alla vostra vocalità anche quando il pezzo non si adatta al vostro timbro. Vorrei che questa prima fase venisse vissuta con serenità, perche i vostri sorrisi mi piacciono e vorrei vederli sul vostro volto anche domani, quando decreteremo i finalisti”. Con queste parole  Cecilia Cesario ha accolto i ragazzi, rivendendo in ognuno di loro un po’ di se stessa, partita proprio da questa città e arrivata giovanissima a calcare i palchi di mezza Europa.

cecilia
La cantante Cecilia Cesario, madrina de La Voce Produzione

Dopo un attento ascolto delle esibizioni di tutti i ragazzi, i due giudici, domenica pomeriggio, hanno svelato i 25 nomi degli artisti passati alla fase successiva: le vocal battle, che come ogni anno sono state intense e spettacolari. Difficilissimo decretare i finalisti; in questa fase, accanto alla Cesario e a Max De Angelis, d’eccezione è stata la figura del direttore musicale calabrese Mario De Lio.

I tre, poco prima dell’inizio delle vocal battle, ci hanno tenuto a rassicurare i ragazzi che non avevano passato la prima selezione.

Siete tutti – e lo avete dimostrato – degli artisti. E’ stata dura fare questa selezione, ma ci tengo a farvi capire il perchè abbiamo scelto alcuni, piuttosto che altri. I motivi sono tanti: la preparazione tecnica, l’intonazione, la sicurezza, ma più di tutti la vostra personalità. Non avremmo mai voluto farvi vivere questa esperienza importante con artisti affermati che non vi rispecchiano. Abbiamo cercato di capire chi meglio potesse sposarsi con il rispettivo big in fase finale: dovete essere sempre voi stessi”, di questa premessa, ancora una volta si è fatta portavoce la madrina dell’evento.

I finalisti del concorso che
I finalisti del concorso che si terrà il 27 maggio al teatro Garden di Rende

Ecco i nomi dei finalisti: Simona Caruso e Ademara Dinuzzo duetteranno con Viola Valentino; Roberta D’Elia con Monia Russo; Giovanni Saccà con Virginio; Giada Cosenza con Amara; Simone Tuccio con Pago; Domenico Sposato con i Jalisse; Angelo Moscati sarà al fianco di Beppe Dettori dei Tazenda; Pasquale Montesano, infine, con Simone Tomassini.

Resi noti anche i nomi dei quattro ragazzi de “La Voce Produzione”, che prenderanno parte alla novità di questa edizione, il “concorso nel concorso” e sono: Emanuele Manes, Noemi Bruno, Ilenia Chiappetta e Ottavio Sirianni. Uno di loro verrà scelto dal Direttore Artistico Antonio Vandoni (direttore di Radio Italia), per il “Festival della Musica Italiana” di New York.

Carmen Baffi
Carmen Baffi

Appassionata di lettura e scrittura, sognatrice e contemporaneamente pessimista cronica. Scriveva Leopardi: “Sono convinto che anche nell'ultimo istante della nostra vita abbiamo la possibilità di cambiare il nostro destino.” Poi è morto.

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>