• domenica 27 Settembre 2020

Reggio, tutti in fila per i Bronzi (gratis)

adminwp
Dicembre28/ 2013

riapertura bronzi

Dal presto mattino fino e oltre la prima serata di un sabato di fine anno. Lunghe file ordinate anche se rumorose di persone assiepate intorno al palazzo del museo. Se in molte città mondiali la scena è di norma, in riva allo Stretto di Messina fa notizia. Sono tutti lì pronti ad ammirare in silenzio il ritorno dei Bronzi di Riace. Siamo all’entrata di Palazzo Piacentini, sede del Museo Archeologico Nazionale di Reggio Calabria, ripulito da ogni ragnatela da una settimana e oggi accessibile a tutti gratuitamente per l’iniziativa promossa per oggi dal Ministero per i Beni e le Attività culturali che consente, fino alla mezzanotte, l’ingresso gratuito in molti musei italiani. Nella rinata struttura espositiva sullo Stretto, oltre ai due celeberrimi guerrieri, sono ospitati reperti importanti come il Kouros, la “testa di Basilea” e la “testa del Filosofo”.

Le foto dei visitatori in fila per entrare al museo hanno fatto il giro del Web, stimolando diverse reazioni. Il pienone c’era stato anche nella giornata dell’inaugurazione, poi un fisiologico ritorno alla normalità, prima del boom di “Musei Aperti”. Giova ricordare che il biglietto intero per il museo costa soli 5 Euro, mentre 3 Euro il biglietto ridotto per i visitatori dai 18 ai 25 anni. I visitatori di età inferiore ai 18 anni e superiore ai 65 anni entrano gratuitamente tutti i giorni. Ancora è bene tenere d’occhio il famoso dato del 2008, l’ultimo anno d’esposizione prima dei restauri: 130mila visitatori di cui solo 50.085 a pagamento. Come ricordano i giornalisti Rizzo e Stella nei loro libri bestseller si tratta di un terzo dei visitatori dello zoo di Pistoia, o comunque un numero che equivale ai visitatori che musei senza le stesse meraviglie (molti studiosi ritengono siano le statue bronzee magno greche più belle e preziose del mondo) fanno in una settimana.

fotonews1 bronzi

Cosa vorrà dire questa folla attorno ai Bronzi, lo vedremo nei prossimi mesi. Intanto ecco come funziona la visita nella sala che li ospita: l’orario di apertura della struttura di Piazza De Nava va dalle 9 alle 19 e 30 di tutti i giorni. L’accesso alla Sala dei due capolavori è consentito solo a gruppi di venti persone alla volta ed è soggetto a limitazioni di tempo, ovvero: si sosta per circa 20 minuti nella sala pre-filtro, durante i quali un video intrattiene il pubblico con aggiornamenti sullo stato della ricerca sui Bronzi di Riace, poi un’ultima sosta di circa 3 minuti nella sala filtro e infine la visita ai Bronzi di circa 20 minuti.

Ne vale la pena. 

adminwp

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>