• martedì 24 Novembre 2020

INCOMPIUTE | Catanzaro, viaggio nel chilometro degli orrori

mmasciata
mmasciata
Luglio10/ 2014
Cz Sala
Catanzaro – ‘A Stazione da Sala.

di Vincenzo Merante

Mille metri. In Calabria possono essere tanti, fare la differenza fra due mondi. Questa è la storia del quartiere Sala di Catanzaro e del suo chilometro degli orrori, una definizione che arriva dalla pancia della gente che abita questa zona, un tempo fiorente sotto tutti i punti di vista, e che oggi si ritrova immersa in questo museo delle brutture. In mille metri.

Si parte da quella che fu la stazione principale della città – ‘A staziona da Sala -, per oltre cento anni piena di vita. Poi, nel 2008 l’ultima corsa, si chiude. Oggi quel sito ferroviario è divenuto un non-luogo: erbacce, strutture divelte, tetti crollati. Uno scempio. Quasi a voler dare un segno di continuità alla vergogna, dalla vecchia stazione parte il collegamento pedonale meccanizzato (circa 300 metri di struttura per una spesa di quasi 1.500.000 di euro) che avrebbe dovuto condurre le persone dalla ferrovia alla vicina funicolare. Mai entrata in funzione.

cz sala 3

Come una catena che non conosce fine, paradosso dei paradossi, lo stesso collegamento pedonale porta all’attrazione principale di questo “museo”: il Parco commerciale e direzionale Romani, sette piani di negozi, uffici, parcheggi e inutili attese. Doveva rappresentare il rilancio del comprensorio, centinaia di posti di lavoro, si è invece tramutato in inchieste infinite, decine e decine di indagati, fallimenti, commercianti rovinati, amministratori coinvolti e una struttura abnorme che rimane lì, da anni, in attesa di conoscere il suo destino.

Cz sala 5

Finiamo con il Parco Fiumarella; la consegna dei lavori è datata dicembre 2005, la conclusione dopo 540 giorni consecutivi. Lavori programmati nel 2000, progettati nel 2003 e appaltati nel 2005. Inizio opere nel 2006, fermati nel 2010, riappaltati nel 2013 e dopo pochi giorni nuovamente bloccati. Un rebus, altro che un parco.

Tutto questo basterebbe a far impallidire i cittadini di una città normale, e invece il chilometro degli orrori ha l’inferno di Viale Brutium, strada trafficatissima e mai davvero sistemata dopo una frana di qualche anno fa, e l’immensa area da bonificare su cui si è impegnata l’Italcementi (seppur con qualche scelta discutibile, tipo l’abbattimento delle due storiche ciminiere).

Tutto in mille metri.

Cz Sala 1

 

Cz sala 2

mmasciata
mmasciata

Il collettivo Mmasciata è un movimento di cultura giovanile nato nel 2002 in #Calabria. Si occupa di mediattivismo: LA NOSTRA VITA E' LA NOTIZIA PIU' IMPORTANTE.

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>