• venerdì 12 Agosto 2022

LA DENUNCIA | Cosenza, la Municipale parcheggia davanti allo scivolo per disabili

mmasciata
mmasciata
Ottobre07/ 2014

Municipale parcheggio per disabili

 

Cara redazione,

ecco la foto della Municipale che stamattina ha parcheggiato tranquillamente davanti allo scivolo dei disabili, di fianco al tribunale di Cosenza.

Carina, eh…

____________________

Vergogna assoluta, grazie della denuncia, che facciamo nostra. Come ci fanno notare alcuni lettori, i colori dell’autovettura non corrispondono a quelli del corpo di polizia municipale cittadino, ma sul cofano posteriore si legge la scritta “Unione” e si potrebbe trattare di una vettura proveniente dall’hinterland. Secondo il codice della strada (fonte: vigileamico.it) “il comportamento di chi parcheggia il veicolo in corrispondenza degli scivoli ovvero dei raccordi con la carreggiata utilizzati dai veicoli al servizio delle persone invalide viene sanzionato dall’art. 158 cc.2 con € 78.00 e la decurtazione di punti 2 nonché con la sanzione accessoria della rimozione del veicolo stesso”. Speriamo che questo cattivo esempio si diffonda e chi di dovere ponga rimedio, dimostrando che la legge (e non solo la sua non osservanza) è uguale per tutti.

(redMm)

mmasciata
mmasciata

Il collettivo Mmasciata è un movimento di cultura giovanile nato nel 2002 in #Calabria. Si occupa di mediattivismo: LA NOSTRA VITA E' LA NOTIZIA PIU' IMPORTANTE.

  • Paolo Rispondi
    8 anni ago

    Peccato che non si tratti di una macchina della Polizia Municipale di Cosenza.

    • alfredo sprovieri
      alfredo sprovieri Rispondi
      8 anni ago

      Nessuno ha scritto che lo fosse, perché “peccato”?

  • mario Rispondi
    8 anni ago

    I vigili sono i primi che parcheggiano in seconda fila e non mettono la cintura…fateci caso.
    Una volta, immerso in un caos di doppie file, ho chiesto ai vigili se anche loro vedessero quello che vedevo io e quindi di intervenire. Mi hanno detto: “Seeeeeee, tu non ce la lasci mai in seconda fila?”. E non hanno fatto niente…

    • mmasciata
      mmasciata Rispondi
      8 anni ago

      Dovevi fare una foto e inviarcela, l’avremmo pubblicata. Noi crediamo che chi deve fare rispettare le regole ha il dovere di dare l’esempio e lo crediamo proprio in aiuto di coloro che lo fanno con onestà e dignità, il proprio lavoro.

  • alfonso monetti Rispondi
    8 anni ago

    Mi dispiace deludere questa solerte lettrice, ma i colori auto della polizia municipale o locale calabrese non corrispondono a questi raffigurati
    nella foto,quindi il gesto, da condannare sicuramente, non é ascrivibile a noi vigili di cosenza.

    • alfredo sprovieri
      alfredo sprovieri Rispondi
      8 anni ago

      Non c’è mai stato scritto in nessuna parte dell’articolo che si tratta di una macchina dei vigili urbani di Cosenza, ma che il fatto è avvenuto a Cosenza vicino al Tribunale. Se rilegge bene e fa caso meglio alla foto si intravede una scritta sul cofano posteriore, si capisce solo “UNIONE”. Visto che dice “noi vigili urbani di Cosenza”, spero si sia messo in moto per individuare i responsabili dell’infrazione. Noi non possiamo pubblicarle per questioni di privacy, ma alla lettrice si possono anche chiedere foto in cui si legge la targa.

  • Manuela Rispondi
    8 anni ago

    Certo, possiamo farle avere la foto con la targa, magari affinché vengano multati.

  • TAVERNISE LUCA Rispondi
    8 anni ago

    Siete ridicoli! Non esiste una “UNIONE FRA COMUNI” che includa Cosenza.
    L’Unione fra i Comuni è nella fascia pre-silana ed istituita nel 2003.
    Esiste anche l’Unione fra Comuni della Pre-Sila Catanzarese.
    La macchina che si vede, essendo fuori dal proprio territorio di appartenenza, risulta essere una semplice auto di un cittadino qualsiasi o di un’amministrazione Pubblica e pertanto perseguibile ai fini del C.d.S.
    E’ la solita storia! Lo scopo è screditare le Istituzioni e, anche se l’articolo esclude si tratti della P.M. di Cosenza, lo stesso, spinge il lettore più distratto a crederlo!
    VERGOGNATEVI.

    • alfredo sprovieri
      alfredo sprovieri Rispondi
      8 anni ago

      1) Notoriamente, in una discussione civile gli insulti qualificano chi li fa e non chi li riceve.
      2) Il titolo riporta, correttamente, il luogo dell’accaduto (Cosenza) e il fatto accaduto (la Municipale parcheggia davanti allo scivolo per disabili).
      3) Non è difficile; la foto è inequivocabile: si legge “Municipale” e “Unione”. Basta fare una semplice ricerca in Rete e scoprire quanti e quali corpi di Polizia Municipale di Unioni dei Comuni ci sono nell’hinterland cosentino.
      4) Che l’auto è fuori dal territorio di competenza cosa significa, che un mezzo dei vigili del fuoco di Brescia può appiccare incendi a Brescello?
      5) Povera la terra dove viene invitato a vergognarsi chi denuncia le malefatte e non chi le commette
      6) Il fatto che pare (disinteressatamente?) interessarti di più. Nell’articolo è ampiamente spiegato che non si tratta della P. M. di Cosenza (che semmai avrebbe potuto aiutarci a riparare questo disdicevole episodio). Noi abbiamo sempre un’alta considerazione delle istituzioni e dei lettori.
      A volte però incontriamo i commenti di qualche eccezione.

    • Manuela Rispondi
      8 anni ago

      ha ragione, dobbiamo proprio vergognarci. Adesso un povero appartenente alla polizia municipale di un’unione di comuni non può nemmeno parcheggiare la macchina d’ordinanza davanti allo scivolo per disabili di un comune fuori dal suo territorio senza essere pubblicamente additato. Che mondo privo di coscienza!

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>