• venerdì 22 Ottobre 2021

CERVELLI | Ricerca scientifica, giovane cosentina premiata al Quirinale

alfredo sprovieri
alfredo sprovieri
Dicembre09/ 2014
La ricercatrice cosentina Anna Ledonne premiata da Giorgio Napolitano
La ricercatrice cosentina Ada Ledonne premiata da Giorgio Napolitano

Ada Ledonne, una giovane calabrese, è fra i vincitori di cinque borse di studio assegnate dal Consorzio pubblico-privato CNCCS (Collezione Nazionale Composti Chimici e Centro Screening), costituito nel 2010 dal Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS) e da IRBM Science Park, per i migliori giovani ricercatori italiani. Lo scopo del Premio “Bioeconomy Rome” è quello di incoraggiare e sostenere (con una borsa di studio di 10mila dollari) ricercatori che abbiano svolto studi innovativi e che abbiano prodotto risultati scientifici con un rilevante potenziale impatto socio-economico. La selezione dei candidati è stata effettuata ad una giuria internazionale composta da illustri scienziati di fama mondiale che ha decretato i vincitori ufficializzandoli alla cerimonia di premiazione avvenuta nel corso del Bioeconomy Rome International Conference 2014. La premiazione ha avuto luogo il 14 Novembre, nel Salone delle Feste del Quirinale dove il Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano ha consegnato i premi ai vincitori.

La quarta edizione della conferenza internazionale era intitolata: “Le Frontiere Terapeutiche per le Malattie Neurodegenerative
Nuovi Approcci per Vecchie Sfide”. Nel Salone delle Feste sono intervenuti il Presidente dell’IRBM Science Park, Pietro Di Lorenzo, il Presidente della Giuria del Premio, Robert Pacifici, il vincitore del “Bioeconomy Rome” 2013, Emiliano Biasini, e il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Stefania Giannini. Erano presenti il Commissario dell’Istituto Superiore di Sanità, Gualtiero Ricciardi ed esponenti del mondo accademico e della ricerca.

Il Capo dello Stato, coadiuvato dal Presidente del Consorzio “Collezione Nazionale di Composti Chimici e Centro Screening”, Enrico Garaci, ha quindi  consegnato i Premi “Bioeconomy Rome” 2014 ai ricercatori: Gabriele BajPaola ConfortiGiuseppe SciamannaTania Massignan e Ada Ledonne. Per quest’ultima particolare orgoglio arriva dalla Calabria che le ha dato i natali. Ada Ledonne è difatti cosentina; classe 81, ha conseguito nel 2006 con lode la laurea in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche all’Università della Calabria per poi iniziare a collaborare con la fondazione Santa Lucia di Roma. Si è occupata di una particolare ricerca sulla cosiddetta malattia di Parkinson, patologia che colpisce milioni di persone in tutto il mondo. Dei suoi studi vanta anche una recente pubblicazione su una delle più importanti riviste scientifiche internazionali del settore. Chi la conosce parla di una giovane scienziata appassionata e instancabile, dotata di grande determinazione ed insaziabile voglia di contribuire in maniera concreta al cambiamento del Paese che ama.

alfredo sprovieri
alfredo sprovieri

Nel 2002 ha fondato "Mmasciata". Poi un po' di tv e molta carta stampata. Più montano che mondano, per Mimesis edizioni ha scritto il libro inchiesta: "Joca, il Che dimenticato".

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>