• lunedì 30 Marzo 2020

INNOVAZIONE | Eureka! In Calabria il futuro è troppo tardi

Michele Presta
Michele Presta
Giugno05/ 2015

di Michele Presta

Ambizione, idee e tanto entusiasmo. È un mix di stati d’animo differente quello dei presenti nel Piccolo Teatro dell’Università della Calabria. L’occasione è di quelle importanti, si è giunti all’ultimo atto: la Business Competition del progetto Giovani&FuturoComune ideato da Anna Laura Orrico e realizzato con la cooperazione del trio femminile dell’associazione di formazione e promozione sociale Goodwill. Fin dal lancio dell’idea gli organizzatori si erano posti l’obiettivo di creare entusiasmo tra i giovani e dimostrare che un modello di sviluppo positivo con il coinvolgimento di giovani in Calabria è possibile. Obiettivo certamente centrato, i cinque team di ragazzi tutti Under 20 (4 squadre composte interamente da studenti delle scuole superiori) giunti all’atto finale dopo tante giornate di riunione e formazione hanno dimostrato ad amministratori e imprenditori presenti che l’altra faccia della Calabria, capace di impegnarsi a fondo per realizzare qualcosa di utile e importante c’è ha solo bisogno di stimoli.

foto articolo
Team Ohm Factory che realizzerà il progetto della Basilica di San Basile

I PROGETTI.I due comuni che hanno aderito all’iniziativa sono stati il Comune di San Basile e il Comune di Marano Principato. Per il comune di San Basile i tre team: Team Mercurion; Ohm Factory e L’Oasi del Pollino hanno presentato un progetto di valorizzazione e qualificazione della storica Abazia di San Basile, bene culturale tra i più importanti della regione. Per il Comune di Marano Principato i due team: Pandosia Art Festival e Pandosia E(art)h, hanno presentato un progetto di riqualificazione e rilancio dello storico Premio Pandosia.

A finanziare la competizione è la Fondazione Vodafone Italia che ha messo palio  20mila € a progetto. La fondazione, presieduta da Alex Zanardi, ha deciso di investire in questo progetto principalmente per due motivi: il primo perchè i giovani talenti sono il presente e il futuro del paese; il secondo perché investire in Calabria, grazie a progetti come Giovani&FuturoComune, non è più difficile come negli anni scorsi.

foto anteprima
Team E(Art)h che realizzerà il Premio Pandosia di Marano Principato

I VINCITORI. Ad aggiudicarsi il finanziamento per il progetto sull’Abazia di San Basile è il team Ohm Factory guidati dal coach Enzo Barbieri. I ragazzi dell’Isituto Alberghiero di Castrovillari nei cinque minuti a loro disposizione hanno presentato un progetto innovativo e capace di dare valore alle cose già presenti sul territorio. Ohm Factory è rigenerazione di corpo e mente, ma anche rete di aziende esistenti sul territorio, orti condivisi, show cooking e accoglienza. I ragazzi dell’istituto alberghiero hanno letteralmente preso per la gola i giurati improvvisando nella presentazione una degustazione di un vino tipico del luogo accompagniato da una pietanza tipica. A godere del finanziamento della fondazione per l’organizzazione del Premio Pandosia è il team E(Art)h. Il team mette al centro del suo progetto un obiettivo: rendere la comunità di Marano la vera protagonista della settimana del premio Pandosia. Legare l’arte al decoro urbano e diventare riferimento per artisti affermati ed emergenti. I ragazzi guidati in questo percorso da Marilena Morabito hanno dimostrato senza ombra di dubbio di aver colto il vero spirito della manifestazione, annunciando alla platea la volontà di voler realizzare il progetto avvalendosi dell’aiuto dell’altro team, facendo fronte comune a difficoltà e soddisfazioni. Il prossimo passo per i vincitori sarà la costituzione in associazione in modo da poter ricevere il finanziamento e iniziare a lavorare. La sede, neanche a dirlo, il Talent Garden di Cosenza dove i ragazzi in questi mesi hanno sperimentato in prima persona cosa sia il coworking.

palco
Da destra: Antonio Muro;Manuel Meinardi;Roberto Mussano

STORIE. Due su tutte sono state le storie particolarmente importanti per i giovani presenti nella platea. La prima quella di Antonio Muro che ha analizzato tutti i passaggi che hanno portato il Giffoni film festival da esperienza settimanale  a qualcosa di permanente, tanto da diventare incubatore con il Giffoni Innovation Hub. La seconda quella di Manuel Meinardi il Co-Founder di Made For School impresa che si occupa della promozione e del merchandising nelle scuole. “Quando si ha un bisogno e si da una soluzione si è persone di successo – dice Manuelil brand che creiamo per le scuole lo facciamo con gli studenti, li responsabilizziamo e li incentiviamo con delle borse di studio.L’importante è collegare più bisogni e aggiornari e studiare sempre. Il web è la nostra risorsa. L’Università della Calabria il 3 e 4 dicembre ospiterà il premio nazionale per l’innovazione, competizione a cui parteciperanno le migliori idee imprenditoriali delle Start Cup che si fanno a livello regionale,ad  annunciarlo soddisfatto ed entusiasta per quanto stia producendo l’Università è stato Roberto Musmano delegato al trasferimento tecnologico dell’Unical.

Michele Presta
Michele Presta

Dei mitici anni 90 ho poco,anzi niente. Studio giurisprudenza. Rincorro notizie.Twitto in maniera compulsiva. Un pochino di carta stampata e tanto web. Mi incuriosiscono le etichette dei vini. Odio la macchina al punto che ascolto IsoRadio anche quando devo andare al bar a bere un caffè. TW@michelepresta

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>