• sabato 4 Dicembre 2021

L’Emilia ferita che non rinuncia a sorridere

admin
Luglio13/ 2012

Emilia - Lince

Importante non dimenticarsi di chi ha sofferto per il sisma che ha sconvolto l’Emilia, perché la fase più delicata arriva ora. I volontari dell’Associazione Protezione Civile “La Lince” di San Pietro in Guarano (CS), su attivazione del Dipartimento della Protezione Civile, continuano a dare la loro parte, operando nel mantenimento e nello sviluppo della tendopoli Campo San Carlo (Ferrara). La struttura conta di ben 250 ospiti, ed è stata istituita dalla Prociv Arci Nazionale.

Questa la testimonianza dei ragazzi sampietresi che si sono fiondati in Emilia: “La popolazione emiliana inizialmente era restìa, quasi intimorita per il trauma subito, ma poi ha aperto il cuore a tutti i volontari presenti che nonostante il caldo, l’afa e la paura continuano a lavorare duramente per realizzare il loro unico obbiettivo: rendere più serena e piacevole possibile la permanenza nel campo. Siamo consapevoli che le condizioni psicologiche sono drammatiche, ma la gente nonostante tutto non risparmia un sorriso a chi si prodiga per aiutarli”.

I volontari de La Lince raccontano i loro 8 giorni nella tendopoli con molta emozione, descrivono un’esperienza unica ed indimenticabile: “Ogni cenno di stanchezza veniva cancellato da un sorriso di un bambino felice di trascorrere del tempo insieme, anche solo sfogliando un libro di letture”.

Noi insieme a loro, anche attraverso la forte testimonianza dei nostri volontari, chiediamo un piccolo sforzo a chi voglia rafforzare quest’opera di risanamento attraverso una libera donazione sul codice iban: IT94Y0850967340005009407764 BANCA CENTRO EMILIA.

admin

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>