• giovedì 25 Febbraio 2021

L’INTERVISTA | Mark Bergfeld: “Ve lo do io Farage”

mmasciata
mmasciata
Giugno06/ 2014

di Mattia Gallo

Il giovane attivista inglese Mark Bergfeld
Il giovane attivista inglese Mark Bergfeld

L’Inghilterra oggi è il paese della grossa affermazione alle politiche europee della formazione euroscettica ed anti – immigrazione Ukip, Partito per l’Indipendenza del Regno Unito, guidato dal leader Nigel Farage. Se n’è parlato tanto in Italia per il suo incontro con Beppe Grillo, senza però tener davvero conto di tutte le variabili della complicata situazione di politica interna di questo importante Paese.  Un punto di vista non considerato è quello di Left Unity, la nuova realtà della sinistra inglese, che vede tra i suoi fondatori Ken Loach, famoso regista di film impegnati, che ha partecipato al festival di Cannes da poco concluso con il suo film “Jimmy’s Hall”. Il partito, fondato il 30 novembre del 2013, ancora troppo giovane e quindi non in grado di buttarsi nell’agone delle scorse elezioni europee, ha nominato il suo segretario nella conferenza di sabato 29 marzo; si tratta di una donna attivista da molti anni nel panorama della sinistra inglese, Kate Hudson, solo omonima dell’attrice hollywodiana.

Di seguito abbiamo raccolto le considerazioni di Mark Bergfeld; già membro del sindacato nazionale studentesco e tra i gli attivisti maggiori delle manifestazioni studentesche del novembre/dicembre 2010, ha partecipato all’Happening Euromediterraneo tenutosi tre anni fa a Roma, ed oggi studente di ricerca post-laurea alla Queen Mary University di Londra. E’ un membro di Left Unity, ed ha risposto ad alcune domande.

In Inghilterra abbiamo assistito ad un fenomeno simile a molti paesi europei: la crescita dei partiti anti euro di stampo nazionalista. Perché anche la loro crescita in Inghilterra? C’è una connessione con le politiche di austerità portate avanti nel paese?

Abbiamo un problema enorme in Gran Bretagna. Lo UK Independence Party ( UKIP ) sta facendo enormi guadagni come abbiamo visto recentemente. A peggiorare le cose , la BBC e altri giornali stanno lodando il loro leader, Nigel Farage, come un uomo del popolo che porterà la Gran Bretagna alla sua antica forza. In Europa meridionale , i sentimenti anti- europei sono comprensibili dato che l’Unione europea sta gettando i paesi PIIGS ulteriormente in crisi. In Gran Bretagna  i sentimenti anti- europei mostrano i sentimenti nazionalisti e sciovinisti meschini della popolazione. Essi non sono esplicitamente anti- neoliberisti. Poi abbiamo la situazione in Ucraina, nei Balcani e nel resto dell’Europa orientale, dove le persone vogliono avere gli stessi nostri diritti come la ‘ libertà di movimento ‘ . Ciò significa che l’Europa è contestata in modo antagonistico. E in molti casi  la sinistra ha difficoltà a fornire risposte alle istanze espresse, come dal Maidan a Kiev. Credo che il concetto è importante , ma deve essere elaborato ulteriormente. Che cosa si intende per cittadinanza , se si escludono migliaia di migranti e i regolamenti di Dublino hanno chiaramente aggravato i problemi per i paesi dell’Unione europea in periferia? La questione dell’immigrazione implica che, al fine di essere in questi giorni veramente europei, dobbiamo essere internazionalisti . Che cosa si intende per sovranità, se è stato un concetto associato con lo stato-nazione che noi come internazionalisti vogliamo sbarazzarsi eppure ancora concede un certo livello di responsabilità al momento? Che cosa si intende per Europa ? E ‘ l’equivalente dell’Unione europea ? Solo quando potremmo cominciare a discutere su queste domande e rispondere collettivamente potremo minare l’egemonia della destra . Al momento vediamo che l’UKIP ha vinto le elezioni europee e che Marine Le Pen del Fronte nazionale ha vinto in Francia. La sinistra ha una lunga strada da percorrere“.
Quali sono le ragioni che hanno portato alla formazione di Left Unity? A quali settori della società inglese si rivolge e quali sono le sue prospettive?

Left Unity è stata fondata nel novembre 2013. Da allora, i membri aderenti a questo progetto è aumentato ed è arrivato a quasi 2mila persone. Molti membri disaffezionati del Partito Laburista hanno aderito più di recente , molte persone che non sono mai state coinvolte in politiche radicali sono coinvolte ora insieme a coloro che hanno molti anni di esperienza. Mentre 2000 membri non è molto rispetto alle formazioni più grandi della sinistra radicale in Europa, però si tratta di un passo significativo nella costruzione di un’alternativa di sinistra al Partito Laburista , che continua a sostenere tacitamente il governo con la sua retorica di austerità leggera e nazionalismo. I movimenti sociali degli ultimi tre anni non sono riusciti a produrre nessuna organizzazione organica che abbia dimostrato di essere un’alternativa sostenibile. Left Unity è un tentativo di raggiungere un livello di sostenibilità e di una piattaforma per coloro che credono che la sinistra abbia bisogno di ricostruire le istituzioni contro- egemoniche. Noi speriamo di ottenere un impatto nelle elezioni del 2015 ed oltre, sia sulle strade che nei luoghi di lavoro. Siamo consapevoli che le possibilità di una svolta elettorale sia fortemente limitata a causa della natura del sistema elettorale britannico; tuttavia come partito speriamo di connettersi a quelle persone che hanno partecipato ai movimenti sociali Occupy e le lotte dei lavoratori così come coloro che non hanno trovato una casa all’interno della sinistra radicale anticapitalista . Questo è un compito molto difficile in quanto significa portare diverse tradizioni , esperienze e aspirazioni insieme. Pertanto è importante sottolineare i nostri punti in comune, quelli che esprimono una posizione di principio contro l’austerità e il neoliberismo”.
In Italia il primo ministro del governo Matteo Renzi, a capo della larga coalizione del governo dell’austerità, ha dichiarato espressamente di assumere come modello Tony Blair ed la politica del New Labour. Left Unity è critica rispetto al Partito Laburista, perché?

Il Partito Laburista è nato dal movimento operaio e del lavoro nel 20esimo secolo.  A differenza di altre formazioni social – democratiche, non ha mai avuto le stesse discussioni sulla rivoluzione e riforme. E ‘ sempre stato riformista. Nel tardo 20 ° secolo ci sono stati due momenti significativi in cui il partito si è spostato verso destra . L’elezione a segretario del partito di Neil Kinnock nel 1983 ha fatto capire fino a che punto il Partito Laburista abbia rinunciato a lottare per il socialismo con mezzi parlamentari. L’ascesa di Tony Blair , il progetto del New Labour e la sua elezione con successo nel 1997, segnano il secondo punto . Parasafrando Slavoj Zizek, il vero successo della Thatcher fu la Thatcherizzazione del Partito Laburista . Blair è stato il migliore thatcheriano che ci sia mai stato: è entrato in guerra in Afghanistan e in Iraq , ha iniziato la privatizzazione del Servizio Sanitario Nazionale e perpetuato politiche che hanno portato al crollo finanziario della City di Londra nel 2007/2008. Ci sono stati molti tentativi di lanciare un’alternativa di sinistra al Partito laburista dal 1997: l’Alleanza Socialista , la Coalizione, ed altre. Tuttavia , tutti hanno fallito . Forse erano prematuri, forse non era il momento giusto . Potremmo riuscire con Left Unity, comunque almeno cercheremo di fare un tentativo. La differenza tra allora e oggi è che una vasta alternativa sinistra radicale è molto più ampiamente accettata . Hai solo bisogno di guardare a Syriza in Grecia , Bloco de Esequerda in Portogallo o Podemos nello Stato spagnolo per capire che massicce esplosioni sociali richiedono una articolazione organizzata. Questo è più necessario che mai in paesi come la Gran Bretagna così come l’Italia“.
Il sindaco di Londra, Boris Johnson, ha espresso la volontà di voler equipaggiare l’arsenale della polizia della città con i cannoni ad acqua, un’arma vietata per molto tempo in Gran Bretagna, con l’intento di sopprimere potenziali nuove insurrezioni. Pensi che si tratti di un tic nevrotico di un conservatore o qualcosa connesso e contiguo con le politiche di austerità? Pensiamo alle leggi anti – protesta in Spagna o agli attacchi repressivi del governo contro i movimenti in Italia.
Dal momento della comparsa del movimento studentesco nel 2010 abbiamo assistito ad un aumento delle misure repressive contro i manifestanti, sindacati e movimenti sociali. Più di 30 studenti trascorsero fino a nove mesi di carcere per le loro attività nell’inverno del 2010. Nell’ estate del 2011, le persone furono mandate in prigione per gli stati di Facebook e per aver preso bottiglie di acqua per un massimo di tre anni. Più di recente la determinazione di Boris Johnson per ottenere cannoni ad acqua per la città di Londra mostra l’impotenza politica del governo attuale. Il vostro Gramsci sosteneva che nelle società a capitalismo avanzato, regola si basa sul ‘consenso’ e ‘coercizione’. Come consenso è in panne, la coercizione diventa la norma. Questo è ciò a cui stiamo assistendo in questo momento“.

mmasciata
mmasciata

Il collettivo Mmasciata è un movimento di cultura giovanile nato nel 2002 in #Calabria. Si occupa di mediattivismo: LA NOSTRA VITA E' LA NOTIZIA PIU' IMPORTANTE.

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>