• venerdì 22 Ottobre 2021

IL DEMONE MERIDIANO | In Sila una piccola Woodstock per Capossela (LE FOTO)

mmasciata
mmasciata
Settembre22/ 2014

dai nostri inviati

Duemila persone in marcia per raggiungere Vinicio Capossela. Uno spettacolo mai visto, quello fatto dalla gente accorsa a vedere “Il concerto per il demone meridiano” ma soprattutto per godersi l’altopiano della Sila in una domenica che ha coniugato cultura e ambiente come forse mai era avvenuto prima a queste latitudini.  

La Grande Sila torna a respirare grandi eventi, onore al merito. Giampaolo Calabrese per “Archimedia”, Anna Infante, Pietro Pietramala e Erika Liuzzi per “Piano B” e un nutrito insieme di partner locali che, sotto il contenitore “La Sila suona Bee” sono riusciti in modo accurato ad assecondare l’ennesima genialata del cantautore  milanese di origini irpine, ormai abitudinario del Cosentino.

A Mezzogiorno l’apertura della funicolare ovovia, che ha portato no stop gli avventori di Camigliatello sulla vetta di Monte Curcio, nel territorio di Spezzano Sila. Poi un pre – concerto fatto di specialità enogastronomiche e piccoli showcase sui trattori. Un’atmosfera ideale per preparare l’apertura del concerto pomeridiano di Capossela (alle 15 e 15 dell’equinozio autunnale), il primo del genere nella sua ultra ventennale carriera. Vinicio arriva con la Panda 4×4 e, appena finito il sound check, si gode le meraviglie del posto insieme all’inseparabile Taketo Gohara. Poi mette in scena un omaggio al demone meridiano con letture di passi della bibbia, dell’epica greca ma anche della poesia calabrese, con un apprezzato omaggio all’ermetista di Sambiase Franco Costabile. Un altro piccolo pezzo di Calabria con la chitarra battente roccellese di Francesco Loccisano, sul palco insieme a Capossela e ai suoi musicisti, provenienti da tutto il Mediterraneo. 

Uno show piuttosto sperimentale, che ha comunque trascinato gli spettatori per tre ore sotto il sole. “Non Trattare”, “Con una rosa”, “Ovunque Proteggi”, “Lord Jim”, “Brucia Troia”, i brani più conosciuti eseguiti da Capossela, sempre generoso in tema di sorprese che attingono alla cultura tradizionale del Meridione italiano.

Un concerto speciale allestito in un posto speciale, un esempio di come la cultura può valorizzare il territorio nel modo più semplice e alto. Sicuramente una giornata da ricordare, certamente un evento da ripetere.

mmasciata
mmasciata

Il collettivo Mmasciata è un movimento di cultura giovanile nato nel 2002 in #Calabria. Si occupa di mediattivismo: LA NOSTRA VITA E' LA NOTIZIA PIU' IMPORTANTE.

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>