• sabato 11 Luglio 2020

MIGRANTFILES | Guarda con i tuoi occhi lo sterminio dei migranti

Marco Mastrandrea
Maggio01/ 2016

 

mappa migranti Mm

Aspetta. Prenditi qualche minuto. Clicca sulla mappa e premi “Start”.

Sappi che quei puntini rossi che piovono sullo schermo del tuo smartphone cadono da molto lontano.

Guarda. Questa è la mappa interattiva dei migranti e rifugiati morti nel viaggio per arrivare o per cercare di rimanere in Europa. E’ stata realizzata da Migrant Files, un consorzio di giornalisti provenienti da 15 paesi, vincitori del Data Journalism Awards 2014 e European Press Prize 2015. Il progetto è coordinato da Journalism++ agenzia di data driven storytelling.

Perché l’hanno realizzata? Per impressionarti. L’unica cosa che ti chiedono è guardare dal 2000 al 2016 cosa è accaduto in Europa.

Attenzione. Quella scritta rossa in alto a destra è il numero di morti. E’ vero, la scritta in nero rappresenta gli anni e scorre troppo lentamente mentre quella rossa viaggia a una velocità impressionante.

Sei impressionato. Non riesci a guardarla fino alla fine? Neanche loro sono riusciti a raggiungere la fine del viaggio o a riposarsi respirando ancora una volta che il viaggio è terminato. L’hai notato? Quel mare chiamato Mediterraneo diventa sempre più rosso, guarda l’Italia, guarda la Sicilia, non la vedi più vero? E’ completamente ricoperta di rosso.

Quei puntini adesso sono chiazze giganti, lo schermo del tuo smartphone è completamente rosso.

death tool

Fissa questo numero nella mente, come un numero di cellulare. Ma non ricordarlo a lungo, presto, è destinato ad aumentare. Mi chiedi il perché? Hai notato che in inverno la mappa era statica, questo perché il mare era in tempesta. Quando il mare si calma, la mappa torna a schizzare rosso sul tuo schermo.

 

#Migrantfiles | La mappa interattiva:

Marco Mastrandrea

Volevo fare il giornalista, poi ho letto i giornali. Salernitano e Zemaniano convinto. Non porto ‘mmasciata a nisciun’!

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>