• sabato 4 Dicembre 2021

C’è crisi, rinviata la Coppa Sila

admin
Luglio11/ 2012

coppa sila partenza

COSENZA “Riporteremo questa gara ai fasti della Coppa Sila”, il presidente dell’Aci di Cosenza, Pietro Bruno era carico al punto giusto, ma non aveva fatto i conti con la crisi. La salita della Sila programmata per il 14 e 15 luglio per ora non si farà, troppe poche le autovetture iscrittesi a gareggiare. La crisi si fa dunque sentire anche nel settore automobilistico. La decisione è stata presa e ufficializzata dalla Cosenza Corse e dall’Aci di Cosenza, enti organizzatori della gloriosa competizione, perché non è stato raggiunto un numero sufficiente di autovetture iscritte alla manifestazione in modo da permettere il regolare svolgimento della gara e soprattutto tale da coprire l’esborso economico che avrebbe comportato.   «Dispiace profondamente – ha dichiarato il presidente della Cosenza corse, Sergio Perri – ma siamo stati costretti, per il bene di questa cronoscalata, a prenderci un altro po’ di tempo, per cercare di attingere a nuove risorse che permettano lo svolgimento della gara».   «E’ davvero un peccato – ha detto Carlo Scola, uno dei veterani delle cronoscalate cosentine al Quotidiano della Calabria – che debba risentire della crisi uno sport sano, pulito e appassionante come l’automobilismo».

Il presidente della Cosenza corse Sergio Perri aveva già incontrato gli uomini della Provincia – che con il presidente Mario Oliverio e l’assessore allo Sport Pietro Lecce sono parte attiva nell’organizzazione dell’evento – per un sopralluogo sul tracciato e per stabilire i nuovi parametri di sicurezza. Dovevano essere, infatti, installati nuovi guardrail per garantire ai piloti e agli appassionati il massimo livello di sicurezza in quella che da molti è ritenuta la tappa di montagna più bella d’Italia.

Il 15 giugno del 1924, già dalle prime ore della mattina, era palpabile l’emozione in attesa della prima gara di ciò che allora si chiamava Coppa Sila. Era l’evento che avrebbe segnato una pagina importante nella storia non solo della città di Cosenza ma dell’intero comprensorio. Alle ore 12 scoccava l’ora della partenza. Le dieci vetture iscritte partirono, una alla volta, dall’allora viale dei Platani (oggi corso Umberto I) e giungevano, dopo 28 km di salita, a quota 1600 metri e da Montescuro fino a Bocca di Piazza ritornavano in città da Rogliano e Donnici, per un percorso complessivo di 144 km. Davvero altri tempi.

coppa sila pubblico

admin

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>