• domenica 7 Marzo 2021

San Pietro, ultimi giorni per la Guardia Medica

adminwp
Maggio06/ 2013

guardia medica san pietro

Ultimi giorni per il presidio di Guardia Medica di San Pietro in Guarano. La storica postazione di Via Pozzillo si sposterà qualche chilometro più a valle, a Castiglione Cosentino. Questo quanto deciso dall’Asp di Cosenza in merito al riordino delle strutture di emergenza sul territorio. Riordino che significa taglio, nella provincia di Cosenza si passa da 123 postazioni a 102 postazioni, accorpando non solo gli ambulatori ma anche i distretti territoriali. Secondo il piano, illustrato nei giorni scorsi ai sindaci interessati, San Pietro in Guarano finisce nel distretto di Rende insieme a Castiglione Cosentino e a Rende – Zona industriale.

I cittadini sono in pre-allarme, la popolazione continua fisiologicamente ad invecchiare e perdendo anche un servizio così importante si sente più debole e indifesa. Questa la risposta dei vertici dell’azienda sanitaria provinciale, nella persona del direttore generale Gianfranco Scarpelli: “Non stiamo altro che applicare il decreto 94 pubblicato dalla Regione Calabria il 28 giugno del 2012  (leggilo QUI) che prevede la riorganizzazione della rete dell’emergenza-urgenza ad iniziare dalla Guardia Medica”.

Meno Guardie Mediche sul territorio non significa meno diritto alla salute? Secondo Scarpelli no: “Ci sarà un miglioramento, perché realizzeremo una centrale unica come quella del 118 in modo tale da avere un numero unico dove i cittadini potranno chiamare per contattare la Guardia Medica ed i medici avranno dei telefoni cellulari per essere contattati anche durante il loro percorso dalla Guardia Medica al luogo della visita. Abbiamo pensato alle nuove postazioni tenendo conto dei volumi di attività delle singole postazioni e la loro collocazione geografica. Abbiamo anche pensato di dotarle di un sistema informatico e di attrezzature all’avanguardia considerando che alcune si trovano in condizioni inadeguate a rappresentare una sanità efficiente ed efficace”.

Questioni di razionalizzazione di costi insomma, che secondo Scarpelli potrà portare anche all’acquisizione di trenta nuove ambulanze, otto tac e cinque risonanze. Il domino delle guardie mediche, con i distretti sanitari provinciali che da 15 diventeranno 6 è una questione molto delicata, con i sindaci convocati dall’Asp chiamati anche a dare controproposte per tutelare il diritto alla salute dei propri cittadini.

2013-05-06 19.23.58

I medici coinvolti hanno scritto un manifesta in cui chiedono alla cittadinanza e alle autorità di unire gli sforzi, parlando di “assurda decisione presa”, dal canto suo il sindaco di San Pietro Francesco Acri, da noi contattato, sta aspettando di poter meglio valutare in questi giorni gli incartamenti della Regione per decidere quale azione intraprendere.

(sas) 

 

QUESTI I NUOVI DISTRETTI E POSTAZIONI SUL TERRITORIO:

Sede di CASTIGLIONE COSENTINO: San Pietro in Guarano, Castiglione Cosentino, Rende zona industriale (distretto Rende)

Sede di RENDE CENTRO: Rende Centro, San Fili, Marano M. (distretto Rende)

Sede di RENDE ROGES: Rende Roges (distretto Rende)

Sede di RENDE ARCAVACATA: Rende Arcavacata 2 postazioni (distretto Rende)

Sede di LUZZI: Luzzi, Rose (distretto Rende)

Sede di CELICO: Celico, Rovito, Spezzano Sila (distretto Cosenza – Rogliano)

Sede di CASOLE: Casole, Trenta, Magli, Scalzati, Pedace, Spezzano Piccolo (distretto Cosenza – Rogliano)

 

adminwp

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>